Iniziare una dieta vegetariana

Come iniziare la dieta vegetariana

Iniziare una dieta vegetarianaUn approccio scientifico alla dieta

La maggior parte della letteratura scientifica sostiene che il nostro fisico funziona al meglio se adotta una dieta ricca di alimenti integrali e naturali tra cui frutta, verdura, cereali integrali e legumi, una dieta che esclude i prodotti animali. Le diete vegetariane sono perfettamente in grado di fornirci le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno: proteine, grassi, vitamine, minerali, fibre e calorie.

Sempre più persone comprendono l’importanza di seguire abitudini alimentari sane, in grado di favorire la salute. Tuttavia, se da un lato è facile cogliere le basi scientifiche e la validità oggettiva di tali abitudini, più complesso è superare gli ostacoli emotivi e sociali ad un’alimentazione sana.

Le persone che decidono di fare il grande passo verso la dieta vegetariana o vegana si fanno solitamente quattro domande.

  • Quali alimenti e altre sostanze devo evitare?
  • Ce la posso fare a seguire una dieta vegetariana?
  • Cosa dovrei mangiare per essere sicuro di rispettare il fabbisogno giornaliero del mio corpo?
  • Mi piacerà la mia nuova dieta e riuscirò a sentirmi bene fisicamente ed emotivamente?

Cosa mangiare e cosa evitare seguendo una dieta vegetariana

Alle prime due domande possiamo rispondere brevemente dicendo che è possibile seguire una dieta totalmente naturale e vegetariana evitando carne, pesce, pollame, uova e prodotti caseari e latticini, senza olio, sale e zucchero, e senza i cibi trattati.

Naturalmente, ci sono notevoli differenze nel modo in cui gli individui riescono ad avvicinarsi alla propria dieta specifica, ma i principi guida rimangono gli stessi.

Come fare quindi a capire se la propria dieta è sufficiente a soddisfare le esigenze personali? Come evitare di consumare più energie di quante se ne hanno? E come evitare il consumo di cibi e altre sostanze dannose per la salute?

La dieta vegetariana e i bisogni individuali

Le persone sono tutte differenti. Abbiamo metabolismi diversi, livelli di attività diversi, diverse altezze e pesi, età diverse, diversi apparati digerenti. E poiché ciascuno di questi fattori può cambiare durante la nostra vita, abbiamo sempre bisogno di una dieta aggiornata per soddisfare i nostri bisogni individuali.

Detto questo, facciamo l’esempio di due menu giornalieri, uno per un individuo sano, dinamico di 25-50 anni di sesso femminile, e un suo pari di sesso maschile.

Menu vegetariano per una donna

Un esempio di di dieta sana per una donna dinamica di 25-50 anni potrebbe essere:

Colazione: macedonia di frutta fresca cruda tra cui una banana, mela, sedano e fragole, più un’oncia ciascuno di semi di zucca secchi e mandorle.

Pranzo: insalata di verdure crude grande (lattuga, carote, barbabietole, pomodoro, germogli di erba medica, piselli, cetrioli) con avocado, pomodoro e un enorme piatto di verdure al vapore e patate al forno.

Cena: piatto di verdure crude (carote, jicama, sedano, cetriolo) con verdure al vapore e riso / stufato di lenticchie.

Menù vegetariano per un uomo

Un esempio di di dieta sana per un uomo di 25-50 anni potrebbe essere:

Colazione: Succo d’arancia (succo d’arancia, banana, kiwi) e farina d’avena con uvetta.

Pranzo: piatto di verdure con salsa di avocado, verdure al vapore, patate e minestra di verdure.

Cena: insalata di verdure grande cruda (lattuga, carote, barbabietole, pomodoro, germogli di erba medica, piselli, cetrioli) con avocado, pomodoro, un enorme piatto di verdure al vapore e una ciotola di zuppa di piselli su una ciotola di riso. Se sono necessarie ulteriori calorie, un succo di verdure miste o di frutta fresca potrebbe essere aggiunto come spuntino pomeridiano.

Mi piacerà la mia dieta vegetariana? Ce la farò?

Rispondere a questa domanda è un po’ difficile. Quando si effettua un cambiamento di regime alimentare rapido e drastico da una tipica dieta occidentale ad una dieta di salute talvolta è inizialmente possibile sentirsi peggio, fisicamente ed emotivamente. Un cambio drastico effettuato da persone molto determinate può dare risultati eccellenti, tutti gli altri possono fare passi graduali ed ottenere comunque dei benefici.

Presso i centri specializzati spesso si vedono persone che vogliono o hanno bisogno di fare un cambiamento rapido. Per queste persone un periodo di digiuno e water fasting seguito da un periodo refeeding controllato accelera la transizione.

Il digiuno agisce sul corpo in molti modi profondi. Le papille gustative vengono ampiamente ringiovanite e il gusto del cibo risulta modificato, tanto da poter apprezzare anche i sapori più semplici. Un water fasting può anche permettere ad una persona di superare più velocemente i disagi fisici ed emotivi associati alla detossificazione.

La dieta vegetariana nella vita di tutti i giorni

Viviamo tutti nel mondo reale, con le sue tentazioni e seduzioni. Purtroppo, molte cose dal gusto buono non si conciliano con la salute. Si tratta di cibi progettati appositamente per assicurare la nostra naturale attrazione per il dolce, salato e grasso. In un ambiente naturale, queste sostanze si trovano raramente, ma nella nostra società industriale abbiamo accesso praticamente illimitato a cibi ricchi di queste sostanze e stimolanti.

Per avere successo nella dieta di transizione è necessario rendere il proprio ambiente il più naturale possibile. Il luogo più importante e il punto di partenza è la vostra casa. Non portate grassi, oli, sale e zucchero, alimenti trasformati o prodotti di origine animale nella vostra casa, nemmeno “per gli ospiti”. Se disporrete di queste tentazioni soccomberete o a causa loro o a causa dell’estrema energia che vi richiede lo sforzo di tenerle lontane.

E’ importante per tutti sviluppare strategie di sostegno ad uno stile di vita sano. E’ quindi importante curare queste strategie e  rafforzare le ragioni che ci hanno portati a scegliere questo stile di vita. Rileggere i libri, ascoltare i nastri, e guardare i video che hanno contribuito alla nostra decisione. Frequentare regolarmente lezioni o seminari per imparare a rafforzare le nostre abitudini a sostegno della salute. Coltivare amicizie che amano la salute e la felicità. Proseguire le attività e gli interessi che ci danno una sensazione di produttività e di soddisfazione piuttosto che limitarci a rifugiarci nel cibo per fare finta di stare bene.

2 commenti su “Come iniziare la dieta vegetariana

  1. Pingback: Le domande più frequenti su The China Study | The China Study

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *