crostata-mele-vegan

Ricetta vegana: Crostata di Mele Vegan

Ricetta realizzata da Eva Olivieri.

La Ricetta ha partecipato al concorso Cucina la SaluteIscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui nostri concorsi!

INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA

  • 500 farina di farro integrale
  • 1 cucchiaio di amido
  • 150 gr zucchero di canna o 2 mestolini di sciroppo di riso
  • 120 gr olio di girasole deodorato
  • Un pizzico di sale
  • 2 limoni grattugiati
  • 1 cucchiaino di cremortartaro
  • 2 kg di mele piccole biologiche
  • Poco latte di soia

INGREDIENTI PER LA CREMA

  • 1 lt di latte di soia
  • 80 gr di amido di mais
  • Bucce di 2 Limoni
  • Succo di un limone
  • 2 mestolini di sciroppo di riso
  • 1 Pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Mescolare la farina con l’olio sfregandola bene tra le mani in modo che si amalgami uniformemente, aggiungere il malto (o lo zucchero), il pizzico di sale, le scorze di limone, l’amido di mais, il cremortartaro e poco latte di soia prestando attenzione a non esagerare, ma a creare una consistenza pari alla pasta frolla tradizionale, quindi avvolgerla nella carta velina e riporre in frigorifero a riposare.

Nel frattempo preparare la crema: per prima cosa spremere il succo di un limone e grattugiare la scorza di due, metterli da parte e stemperare il latte di soia con l’amido di mais portandolo a bollore, aggiungere lo sciroppo di riso e la scorza dei limoni, fare bollire fino a che la crema non si sia rappresa (qualche minuto), spegnere ed aggiungere il succo di limone. Tirare fuori la pasta dal frigo e tirarla con il matterello , metterla su una ruota da crostata e ricoprirla con la crema.

A parte, tagliare le mele in 4 parti incidendo su ogni fetta dei piccoli tagli così da evitare che fuoriesca il liquido durante la cottura, disporle in forma circolare sulla crema e cospargerle (facoltativo) con pochissimo zucchero di canna integrale.

Infornare a 150 gradi a forno ben preriscaldato per una ventina di minuti.

Verificare con la prova stecchino lungo i bordi prima di estrarla.

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *