eliminare-carne-con-dieta-vegetariana

Ma la carne va eliminata del tutto???

I risultati riportati su The China Study indicano che minore è la percentuale di cibi di origine animale consumati, maggiori sono i benefici per la salute, perfino quando quella per­centuale scende dal 10% allo 0% di calorie. Non è quindi irragionevole presumere che la percentuale ottimale di prodotti di origine animale sia pari a zero, quantomeno per chiunque abbia una predisposizione per una malattia degenerativa. Ma questo non è dimostrato in maniera assoluta. È certamente vero che la maggior parte dei benefici per la salute si ottengono a livelli molto bassi, ma non pari a zero, di cibi di origine animale.

Il consiglio del prof Campbell (autore del libro) è di cercare di eliminare tutti i prodotti animali dalla dieta, senza però farsene ossessionare. Se una gustosa zuppa vegetale ha una base di brodo di pol­lo o se una sostanziosa pagnotta di farina integrale include una piccola percentuale di uovo, non preoccupatevi. Molto probabilmente queste quantità sono irrilevanti a livello nutrizionale. Il fatto ancora più importante è che la capacità di essere rilassati riguardo alle piccole quantità di cibo di origine animale rende molto più facile seguire questa dieta, soprattutto quando si mangia fuori o si acquistano cibi già pronti.

Campbell consiglia di non preoccuparvi delle piccole quantità di prodotti ani­mali presenti nella vostra alimentazione ma  di cercare di evitare tutti i prodotti di origine animale.

E a supporto ulteriore di tale consiglio, Campbell indica due eccellenti motivi per seguire fino in fondo questa strada.

Primo: adotta­re questa dieta richiede un cambiamento radicale del proprio modo di concepire l’ali­mentazione. È più faticoso seguire la dieta solo a metà. Se programmate di introdurre prodotti di origine animale, finirete per mangiarne e quasi certamente più del dovuto.

Secondo: vi sentirete deprivati. Invece di considerare le vostre nuove abitudini alimen­tari come l’opportunità di mangiare tutti i cibi vegetali che volete, vedrete la situazione in termini di limitazione, il che non contribuirà a farvi seguire la dieta per lungo tempo.  A un amico che è stato un fumatore per tutta la vita e vi chiede un consiglio, di­reste di ridurre la quantità a due sigarette al giorno o di smettere completamente di fumare? È in questo senso che la moderazione, seppure con le migliori intenzioni, a volte rende più difficile il conseguimento dell’obiettivo.

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *