The China Study Tour – 2a TAPPA – TORINO – 17 maggio

The China Study Tour TORINO

Il meglio della tappa di TORINO

Il The China Study Tour entra nel vivo con la tappa di Torino. Tantissime novità rispetto alla tappa di Rimini: gli esercizi di Michele Riefoli, l’approfondimento sullo stile di vita vegan in Italia da parte di Renata Balducci, le origini del successo di The China Study con Francesco Rosso e… per non farci mancare proprio nulla, la piacevole e divertente presenza di Diamond, il bellissimo cane di Michela De Petris.
 
Ripercorri i momenti salienti della giornata e scopri cosa succederà nelle prossime tappe.

Hai partecipato alla tappa di TORINO?

Aggiungi un commento a questa pagina e facci sapere cosa ti è piaciuto di questo evento!

 

I PROTAGONISTI DELLA TAPPA DI TORINO

Tutti i protagonisti delle tappa di Torino, citazione per citazione!

Nicla Signorelli

La voce di Be4eat e di T.Colin Campbell in Italia inaugura la seconda tappa con una domanda importante a Francesco Rosso. Un po’ tutti se lo sono chiesti: da dove arriva il grande successo di The China Study, e come mai il Gruppo Editoriale Macro ha puntato su questo libro quando ancora era molto distante dal diventare un bestseller mondiale?

 

Francesco Rosso

Francesco è la dimostrazione vivente di come uno stile di vita sano e consapevole permetta di fare a meno di medici e di moltissimi alimenti inutili. Nato in casa, da sempre predilige cibo vegetale e biologico, Francesco Rosso non ha mai inciampato nella malattia e non ha mai avuto bisogno di medicine di nessun tipo. Lo stile di vita sano è la medicina più potente, e permette di vivere la salute come uno stato di assoluta normalità.

 

Michele Riefoli

E a proposito di stile di vita sano e naturale Michele Riefoli ci ha ricordato come l’alimentazione vada sempre accompagnata con attività fisica regolare. Chiunque nella vita di tutti i giorni può dedicare un po’ di tempo ad una semplicissima camminata o a qualche facile esercizio, non occorre assolutamente strafare, e i risultati sono incredibilmente positivi!

 

Massimo Brunaccioni

Se invece sognate un fisico da atleta come quello di Massimo Brunaccioni, sappiate che il binomio body building e alimentazione vegan è assolutamente possibile. In Italia manca ancora la cultura dello sport agonistico associato alla dieta vegetariana o vegan, ma Massimo è la prova vivente che tutto ciò è possibile. Anzi… è consigliabile!

 

Renata Balducci

E se mangiare vegan significa leccarsi i baffi con le ricette di Renata Balducci, i dubbi sul fare il grande passo diminuiscono sempre di più. 

 

Michela De Petris

Può un cane essere vegano? Guardate Diamond, il buonissimo e sanissimo cane di Michela De Petris e sappiate che state guardando un cane vegano. L’alimentazione vegetale e integrale è adatta anche agli amici a 4 zampe. Un’ulteriore dimostrazione di quanti cambiamenti possano avvenire nella nostra vita, anche quando davamo per scontato che certi eventi fossero impossibili.

 

Luciano Proietti

L’alimentazione vegan è una realtà che i medici più aggiornati cominciano a prendere in seria considerazione. Luciano Proietti, pediatra, ci fa notare come anche i più piccoli possano trarre molto giovamento dall’alimentazione integrale, vegetale e naturale. In particolare l’alimentazione dei bambini deve contenere cibi che non infiammano l’organismo. Ciò permette di evitare le malattie.


 

DOMANDE E RISPOSTE DA TORINO 

 

Quanta acqua è consigliabile bere al giorno?

Noi iniziamo a bere quando inziamo a mangiare sale e proteine (elementi che creano acidosi) perché il corpo deve eliminare gli acidi attraverso i reni. Per ogni grammo di proteina assunta, per non andare in acidosi bisognerebbe bere 40 cc di acqua.

 

Che differenza c’è tra margarina e margarina non idrogenata?

La margarina idrogenata contiene olii vegetali trattati ad alte temperature. La margarina non idrogenata si rifà a olii che in natura sono solidi.

 

Quali cibi vanno eliminati per sconfiggere l’asma bronchiale e allergica?

Problemi respiratori e allergie cutanee dipendono dall’intestino. La terapia da fare è intestinale quindi bisogna eliminare la disbiosi e correggere l’alimentazione. Utili il digiuno saltuario, eliminare cibo infiammante (quello di origine animale) e si risolve il problema dell’asma.

 

Quale deve essere il ph dell’acqua?

Più che il ph è importante il residuo fisso. Se usiamo acqua mentre mangiamo, meglio che non sia troppo alcalina, ma piuttosto acida, così ci aiuta a digerire.

 

Quante proteine possiamo assumere durante l’arco della giornata?

I bambini ricavano dal latte materno soltanto l’8% di proteine. Quello è il nostro termine di confronto. Se superiamo quella quota di proteine nella dieta ci ammaliamo, spesso di tumore.

 

E’ davvero indispensabile assumere integratori di b12?

La questione è controversa. Non è stata messa la parola fine sulla necessità di vitamia b12 per noi. La b12 viene prodotta dai batteri che sono in natura. Gli animali mangiano da terra senza lavare le verdure e si fanno colonizzare l’intestino dai batteri. Pertanto ne sono ricchi. Noi umani non mangiamo più da terra e quindi non ne abbiamo così tanti di batteri. Lavando le verdure evitiamo i batteri cattivi, ma non abbiamo neppure quelli buoni che ci apporterebbero b12.

 

Quali verdure sono meglio cotte, e quali crude? qual è il miglior metodo di cottura?

Tutta la famiglia dei cavoli sarebbe da mangiare crudo, prima che sprigioni la puzza (fidiamoci dei sensi); le carote rilascinao più betacarotene da cotte. In generale meglio il crudo e se cotto cotto poco.


GLI SCATTI DELLA GIORNATA

Le foto salienti della tappa di TORINO. Scoprile e commentale su Facebook.

 

 


 

5 commenti su “The China Study Tour – 2a TAPPA – TORINO – 17 maggio

  1. Daniela

    Bellissimo pomeriggio! Interessante con professionisti eccezionali ! Comprato 3 libri per continuare la strada intrapresa da poco, ma, con tanto entusiasmo ! Grazie … Sto diffondendo i Vs/ prossimi incontri ..

  2. paola pescatori

    Complimenti per la gestione dell’incontro, gli ospiti presenti e i temi trattati. Nella mia fase di transizione ho aggiunto tasselli importanti per lasciare andare abitudini non utili.
    Vi seguo con interesse e diffondo i vostri futuri incontri pubblici.
    Paola

  3. elio

    Grazie, è stato molto interessante ed utile,sono intervenuti persone preparate e professionali che hanno testimoniato per l’importanza di un’ alimentazione” vegana” per la salute,per guarire e per il futuro della nostra civiltà e del pianeta.
    Grazie ancora.
    Potete dirmi se a Torino c’è un Centro vegano?
    Grazie, Elio

Lascia una commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *